;

Bitchute

Bitchute

Avete mai pensato che YouTube potesse avere un competitor?

Ebbene, eccolo qui: Bitchute, un servizio di hosting

video peer-to-peer lanciata nel 2017 per aggirare le politiche di censura e demonetizzazione dl più celebre YouTube.

Per ovviare a queste problematiche, la piattaforma utilizza WebTorrent per la condivisione di video P2P sulla rete BitTorrent.

In questo modo, non è necessario installare alcunché e si può usufruire della visione dei video al pari di altri social del settore.

Gli utenti dovranno quindi registrarsi con nome e cognome, oppure anche rimanere anonimi, per accedere ai contenuti.

Insomma, proprio quello che fate con YouTube, ma in una modalità diversa. Inutile quindi spiegare il perché del successo di questo social.

Bitchute

Lascia un commento

Torna su